Nuovi modelli Intrastat 2018

Per effetto del Decreto “Milleproroghe”, da quest’anno sono disponibili i nuovi Modelli Intrastat e sono state introdotte delle semplificazioni e delle abolizioni per quanto riguarda l’invio del predetto modello. In questo articolo vi spiegherò in via generale che cos’è, come si fa e chi deve farlo, per soffermarmi successivamente sulle novità di quest’anno.

Che cos’è e quali sono i soggetti obbligati

Il Modello Intrastat è un modello tramite il quale si invia all’Agenzia delle Dogane e all’Agenza delle Entrate, l’elenco di tutte le operazioni commerciali avvenute tra soggetti intracomunitari.

Sono obbligati all’invio del modello i soggetti che acquistano e/o vendono beni e/o servizi all’interno dei paesi della Comunità Europea. Tali soggetti devono:

  • essere iscritti al VIES, un’elenco dove sono riportati i dati dei soggetti autorizzati, dall’Agenzia Entrate, agli scambi intracomunitari;
  • presentare (mensilmente o trimestralmente) degli elenchi riepilogativi di tutte le operazioni effettuate con soggetti passivi Iva di altri Stati membri.

Paesi esclusi dall’obbligo

Per il 2018 sono esclusi dall’obbligo di presentazione del modello Intrastat i seguenti Paesi Comunitari:

  • Finlandia. comprese le Isole Aland;
  • Francia, compresi i dipartimenti d’oltremare;
  • Germania, comprese l’Isola di Helgoland e il territorio di Bussinger;
  • Grecia, compreso il Monte Athos;
  • Italia, comprese Livigno, Campione D’Italia e i territori del Lago di Lugano;
  • Regno Unito, comprese le isole Anglo-normanne;
  • Spagna, comprese le Isole Canarie, Ceuta e Melilla.

Quali sono le operazioni intracomunitarie

Innanzi tutto è necessario che per lo scambio di beni e/o servizi sia previsto un costo, quindi non vanno calcolate le transazioni gratuite. Le operazioni intracomunitarie sono:

  • Cessione di beni intracomunitaria: il venditore emetterà fattura senza addebito dell’Iva, in quanto l’operazione non è soggetta ad Iva nello Stato di origine del bene;
  • Acquisto di beni intracomunitaro: chi acquista riceverà una fattura senza addebito dell’Iva e dovrà provvedere a liquidarla registrando la stessa fattura sia negli acquisti che nelle vendite;
  • Prestazione di servizi intracomunitaria effettuata: il prestatore del servizio emetterà fattura senza addebito dell’Iva, in quanto l’operazione non è soggetta ad Iva nello Stato del soggetto che effettua la prestazione;
  • Prestazione di servizi intracomunitaria ricevuta: chi si fa prestare servizio riceverà una fattura senza addebito dell’Iva e dovrà provvedere a liquidarla registrando la stessa fattura sia negli acquisti che nelle vendite.

Esclusioni di beni e servizi

Ci sono, però, dei beni e dei servizi esclusi dall’obbligo dell’invio del modello Intrastat. I beni esclusi sono:

  • Merci che beneficiano di immunità diplomatica;
  • Strumenti di pagamento aventi corso legale, compreso l’oro “monetario”;
  • Merci destinate ad uso temporaneo non superiore ai 24 mesi;
  • Merci spedite per la riparazione, merci riconsegnate dopo la riparazione e pezzi di ricambio associati a queste;
  • Beni che veicolano informazioni;
  • Invio di materiale e campioni pubblicitari (a meno che non siano stati acquistati con una transazione commerciale vera e propria);
  • Merci spedite e/o ricevute da forze armate nazionali;
  • Mezzi di trasporto “nuovi” venduti da soggetti passivi Iva a privati cittadini;
  • Acquisto di biglietti per attività culturali, sportive e artistiche, comprese le fiere e le esposizioni.

I servizi esclusi, invece, sono:

  • Trasporti e sue attività accessorie;
  • Intermediazioni e consulenze;
  • Prestazioni di interpreti e traduttori;
  • Locazione di mezzi di trasporto;
  • Servizi di ristorazione e alberghi.

Periodicità e scadenze

La periodicità di presentazione è suddivisa a seconda che si tratti di cessioni o acquisti di beni e/o servizi:

Per quanto riguarda la cessione di beni e/o servizi, la periodicità può essere:

  • mensile: se sono uguali o maggiori di 50.000€, nello stesso trimestre dell’anno precedente o nei 4 trimestri precedenti;
  • trimestrale: se sono minori di 50.000€, nello stesso trimestre dell’anno precedente o nei 4 trimestri precedenti.

Per quanto riguarda, invece, l’acquisto di beni e/o servizi, è stata abolita la periodicità trimestrale, mentre quella mensile sarà obbligatoria solamente se:

  • si superano i 200.000€ trimestrali di acquisti di beni intracomunitari;
  • si superano i 100.000€ trimestrali di prestazioni di servizi intracomunitare.

Per le attività che iniziano nel corso del 2018, la periodicità va calcolanta “presumendo” la quantità di acquisti e vendite intracomunitarie dell’anno.

La scadenza di presentazione degli elenchi Intrastat è così suddivisa:

  • Modello INTRA mensile: entro il giorno 25 del mese successivo a quello di riferimento (es: le fatture intracomunitarie di Gennaio verranno comunicate entro il 25 Febbraio);
  • Modello INTRA trimestrale: entro il giorno 25 del mese successivo al trimestre di riferimento (es: le fatture del trimestre Gennaio-Febbraio-Marzo verranno comunicate entro il 25 Aprile).

Invio del modello

il Modello Intrastat va inviato telematicamente, rispettando le scadenze sopra esposte, in uno dei seguenti modi:

  • utilizzando i software per la compilazione, il controllo e l’invio dell’Agenzia delle Dogane;
  • tramite l’Agenzia delle Entrate, se si è iscritti ad Entratel;
  • attraverso internet, con le modalità previste nell’allegato I della Determinazione n. 63336 del 7 maggio 2010.

Novità del 2018

Il decreto “Milleproroghe” ha apportato le seguenti semplificazioni:

  • abolito il Modello INTRA trimestrale per gli acquisti di beni e servizi;
  • aumento della soglia per l’obbligo di invio del Modello INTRA mensile a 200.000€ per l’acquisto di beni e a 100.000€ per l’acquisto di servizi;
  • semplificazione della compilazione del campo “Codice Servizio” tramite l’accorpamento di diversi codici, riducendoli così del 50% circa.

Se avete dei dubbi o necessitate di maggiori informazioni, non esitate a contattarmi cliccando qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.